• Lavori edili e DVR amianto a Napoli

    Dismissione e bonifica siti industriali

  • La NASCAP prende in carico l’esecuzione di lavori edili e DVR amianto a Napoli. Potendo contare su uno staff composto da carpentieri e manovali esperti e competenti, effettua la ristrutturazione edile di edifici ad uso industriale e residenziale. Inoltre, si occupa di istruire le pratiche per l’ottenimento delle autorizzazioni ad eseguire lavori edili di piccola e grande entità nonché per consentire ai committenti di usufruire delle agevolazioni fiscali previste dall’Ecobonus.


    L’utilizzo di attrezzature di ultima generazione consente all’impresa di operare con precisione e rispettando le tempistiche concordate in fase di affidamento dell’incarico da parte dei committenti. La dismissione dei siti industriali rappresenta una dei settori operativi dell’azienda. Gli interventi mirano alla riqualificazione delle aree una volta occupate dalle grandi fabbriche al fine di renderle fruibili alla collettività e per trasformarle in nuove risorse urbanistiche. 

  • Dismissione e bonifica siti industriali

    La procedura prevede un’analisi preliminare del sito, la decostruzione dell’insediamento relativamente alle costruzioni e agli impianti presenti e la messa in atto di interventi di recupero del suolo e/o del sottosuolo con un’attività programmata di messa in sicurezza e di bonifica. L’attività può prevedere anche la rimozione dei serbatoi interrati contenenti carburante, resine o solventi e la successiva bonifica degli stessi a cui segue il rilascio della certificazione gas-free. Il documento attesta che la cisterna è stata bonificata ed il suo contenuto è stato smaltito a norma di legge (Dlgs 152/06 – Normativa ambientale). 


    Nell’ambito dei lavori edili e DVR amianto a Napoli, il personale esperto dell’azienda è abilitato alla elaborazione del DVR, un documento che tutte le aziende devono obbligatoriamente redigere a norma dell’art 28 del D.Lgs 81/08 e che contiene le valutazioni di tutti i rischi presenti in azienda. In presenza di amianto e della impossibilità di procedere alla sua eliminazione, il datore ha infatti l’obbligo di informare i lavoratori della circostanza, di richiedere il rilascio di una certificazione che attesti l’integrità del materiale, di procedere al monitoraggio ambientale e biologico, di elaborare un piano di campionamento e di sorveglianza sanitaria i cui risultati periodici vanno inseriti all’interno del suddetto documento.