L'azienda di Afragola, NASCAP, che opera su Napoli e provincia, prende in carico l’esecuzione di servizi e lavori edili e DVR amianto. Lo staff è formato da operai qualificati, carpentieri e manovali, che sono attivi nelle ristrutturazioni di edifici residenziali e industriali. L'azienda provvede anche ad istruire le pratiche richieste e necessarie per il conseguimento delle autorizzazioni ad eseguire lavori edili di piccola e grande entità, oltre che per permette ai committenti di poter avere le agevolazioni fiscali dell’Ecobonus.

Anche grazie all'utilizzo di attrezzature e tecnologie selezionate e innovative, l’impresa campana riesce a operare con accuratezza e rapidità, entro le tempistiche stabilite in fase di affidamento dell’incarico da parte dei clienti. Uno dei settori in cui l'azienda è attiva riguarda la dismissione dei siti industriali. Si tratta di interventi che puntano alla riqualificazione delle aree che una volta erano occupate da grandi stabilimenti e fabbriche, e si punta a rendere tali aree nuovamente fruibili alla collettività, nuove risorse per l'urbanistica.

Dismissione e bonifica siti industriali
La procedura di dismissione e bonifica dei siti industriali parte da un’analisi preliminare del sito, quindi passa alla decostruzione dell’insediamento per quello che riguarda le costruzioni e gli impianti presenti e poi alla messa in opera d'interventi di recupero del suolo e/o del sottosuolo con un’attività accuratamente stabilita di bonifica e messa in sicurezza.

Il lavoro può comprendere anche la rimozione dei serbatoi interrati (che possono contenere carburante, solventi o resine) e poi la bonifica dei serbatoi stessi. Segue poi la certificazione gas-free, un documento che comprova che la cisterna è stata bonificata e che il suo contenuto è stato smaltito come richiesto dalla legge (decreto legislativo 152/06 – Normativa ambientale).

Nell’ambito dei lavori edili e della Valutazione del Rischio amianto, lo staff esperto della NASCAP di Napoli elabora il DVR, un documento che deve essere obbligatoriamente predisposto, a norma dell’articolo 28 del decreto legislativo 81/08, e che contiene le valutazioni di tutti i rischi presenti in azienda.

In presenza di amianto e della verificata impossibilità di operare per la sua eliminazione, il datore ha l’obbligo d'informare i lavoratori della circostanza, di richiedere il rilascio di una certificazione che attesti l’integrità del materiale, di predisporre il monitoraggio ambientale e biologico, di creare un apposito piano di campionamento e di sorveglianza sanitaria i cui risultati periodicamente debbono essere inseriti all’interno del suddetto documento.

L'azienda offre il servizio di progettazione di opere d'ingegneria ambientale. Il personale è specializzato nella realizzazione di impianti per la produzione di energia pulita, d'impiantistica per il trattamento delle materie reflue e di impianti di recupero e trattamento dei rifiuti.

La progettazione si avvale di competenze esperte in fatto di ingegneria civile e studio dei processi ambientali eseguiti sulla base di accurate valutazioni degli effetti negativi sull’ambiente che possono provenire dalla realizzazione degli impianti. Lo scopo è quello di rimuovere le conseguenze negative o comunque renderle minime, nel caso in cui non fosse possibile eliminarle del tutto.

Progetti di riqualificazione ambientale
L’ingegneria ambientale si occupa soprattutto della difesa del suolo, del controllo e della gestione delle risorse energetiche e idriche e del trattamento dei materiali inquinanti (rifiuti o acque reflue), prestando molta attenzione allo studio dell’interazione tra ambiente e processi insediativi. La progettazione di opere di ingegneria ambientale svolta dalla NASCAP si caratterizza per la grande attenzione prestata al rispetto delle disposizioni ambientale. Gli impianti realizzati sono a basse emissioni inquinanti.

Fino a ora l’azienda di Napoli ha progettato impianti di molti tipi: per il trattamento del multimateriale da raccolta differenziata, impiantistica per la selezione automatica di cartone e carta, impianti di produzione di CDR (combustibile derivato da rifiuti), impianti per il trattamento dei rifiuti speciali, impianti di compostaggio e raffinazione del compost da raccolta differenziata, impianti industriali di aspirazione e abbattimento sostanze inquinanti, impianti per il trattamento delle acque reflue, impianti eolici e impianti di produzione di energia fotovoltaica.

Ognuno di questi lavori è preceduto da uno studio molto accurato, che punta a massimizzare la produzione grazie a soluzioni tecnologie innovative, abbattendo i costi e minimizzando l’inquinamento. L’azienda vuole offrire alla committenza soluzioni personalizzate, efficienti e a ridotto impatto sull'ambiente, realizzate sempre nel rispetto delle normative di settore attualmente in essere.